Quel fine stratega di mio figlio - Scriplog

23 novembre 2012
Argomento
Racconti
Commenti 0

Tag ,

U
n venerdì pomeriggio come tanti altri.
– Pupo, vieni qui ché ti devo parlare un attimo.
– Dimmi.
– Il tuo compagno di scuola Alessandro ti ha invitato a casa sua per giocare, oggi pomeriggio. Ti va?
– Certo.
– Ha chiesto anche se ti fermi a cena.
– Ah.
– È chiaro che se decidi di rimanere a cena poi devi mangiare tutto quello che ti danno senza fare storie. E mangiare tutto.
– Allora vado a giocare ma torno a casa a mangiare.
– Ok. Chissà perché, me l’aspettavo.

Passa qualche ora e portiamo il pupo a casa dell’amico. Dieci minuti dopo esserci andato, ci arriva un sms della mamma di Alessandro.
– Roberto dice che se gli ordiniamo la pizza rimane a cena da noi. Ha già convinto Alessandro e per noi va bene.
Non c’è che dire, è un dritto.