Chi è Ermanno Ferretti, chi è scrip? - Scriplog

All’interno di “Per chi suona la campanella“, qualche tempo fa, scrissi una biografia che mi sembra dire già tutto (anche se andrebbe aggiornata sulla mia età e sul numero di figli). Eccola:

Ermanno “scrip” Ferretti ha 32 anni, vive tra Roma e Vienna (nel senso che abita più o meno a metà strada tra le due) e di mestiere fa l’insegnante. Ha una moglie e due figli. Ama il primo Nanni Moretti, il primo De Gregori, i primi R.E.M., i primi Belle and Sebastian, i primi Baustelle e il primo Nick Hornby. Pensa che i geni, quindi, dovrebbero morire a 40 anni. Ovviamente non si considera un genio.

 

Oggi quella biografia sarebbe in parte da correggere: gli anni non sono più 32 ma sono diventati 35 , così come anche i figli non sono più solo due ma sono diventati 3, e anzi l’anno prossimo dovrebbero diventare 4 .

Qui, però, posso lasciarmi andare a qualche informazione supplementare. Intanto diciamo che la città a metà strada tra Vienna e Roma – e che in passato è stata anche ribattezzata la “capitale morale di Twitter” e/o la “capitale morale del nordest” da un uomo evidentemente ubriaco che potrebbe essere l’autore stesso – è Rovigo, una cittadina apparentemente anonima e provinciale che invece nasconde atmosfere da grandi capitali (ha la nebbia di Londra, la puzza di Parigi e le case in disfacimento di Berlino Est, tanto per dire).

Poi, riguardo all’insegnamento devo confessare di insegnare storia e filosofia nel triennio dei licei. «Di che licei?», chiederete. Bella domanda. Il fatto è che sono un prof precario, e quindi cambio scuola più o meno ogni anno, sempre ammesso che la Gelmini o chi per lei non si sogni di tagliare qua e là gli organici e di farmi rimanere a casa. Quindi insegno, quello è (quasi) certo; il dove, invece, è già più problematico. Comunque sempre nella provincia di Rovigo. In dieci anni d’insegnamento ho provato sulla mia pelle quasi ogni tipo di liceo, sperimentazione ed indirizzo.

Altre notizie in libertà un po’ più aggiornate: sposato dal 2006, padre di un bambino di 7 anni, di una bimba di 4 e di un terzo figlio di 2 che solitamente sul web sono ribattezzati, per semplicità ed economia di caratteri, “il pupo”, “la pupa” e “il terzopupo”, sono laureato in Storia contemporanea a Bologna, abilitato tramite le famigerate Ssis, precario ormai storico.

Infine, volete sapere che faccia ho? Quella che vedete di fianco ad ogni mio post è sicuramente la mia miglior foto, che risale al periodo d’oro in cui vinsi – a detta dei superstiti – anche il premio di Mister Asilo 1983. Ad ogni modo, se gradite immagini più recenti in questa pagina potete notare una piccola galleria con alcune caricature che studenti in giro per il Polesine, ad anno scolastico concluso, mi hanno voluto dedicare.